Istrumpa.it non è più disponibile qui. Per favore prova istrumpa.com invece.

Alla scoperta dell'Istrumpa

Istrumpa, Sa Strumpa o ilotta sarda/i: nomi diversi per uno stesso sport da contatto caratteristico della Sardegna, un tempo a rischio scomparsa (perché ritenuto pericoloso) ma oggi tutelato dal CONI, con un campionato italiano, tornei internazionali ma anche in predicato per diventare uno sport olimpico.

Il mistero delle origini

Questo sito vuole occuparsi di diffondere notizie sull'Istrumpa, contemporaneamente facendo da attrattore per i curiosi che volessero avvicinarsi a questa pratica affascinante.

Tuttavia, nessuna raccolta di informazioni può esimersi dallo spiegare che a tutt'oggi non si sa da dove origini, Sa Strumpa. Per alcuni si tratta di quanto rimane di antichi riti precedenti alla dominazione romana. Altri sottolineano quanto alcuni movimenti e "mosse" siano simili proprio alla lotta greco-romana o alla lotta libera, lasciando supporre una origine comune. E ancora c'è chi fa notare quanto l'Istrumpa sia affine alla capoeira o addirittura alla lotta senegalese, con video che mostrano le somiglianze fra le tre.

Le regole

Quale che sia il mistero dietro la sua nascita, oggi l'Istrumpa è codificata da regole precise, a cominciare dalla posizione di inizio dell'incontro, che è sempre la stessa. L'obiettivo finale è sempre quello di atterrare l'avversario, tanto è vero che "istrumpa" è la radice di tutte le parole sarde che implicano la perdita dell'equilibrio.

Curiosamente, l'altrettanto nota "lotta campidanese" è una variante di Sa Strumpa che probabilmente nasce da una radice comune ma che ha sviluppato nel corso del tempo delle regole differenti (per esempio in questo caso è consentito prendere l'avversario al collo: nell'Istrumpa no).